sabato 5 ottobre 2013

KATE WINSLET DAY: ETERNAL SUNSHINE OF THE SPOTLESS MIND

Eternal Sunshine of the Spotless Mind


★★★★

Oggi è un giorno gioioso. No, non ho vinto il Nobel; la mia anima gemella non mi ha detto che mi ama; non ho finito GTA V; non ho ancora iniziato Mad Man. Niente di tutto questo: oggi compie gli anni Kate Winslet che con la sua naturale bellezza e la sua alta professionalità ha messo KO Van Damme per buona pace dei miei simpatici e tamarri colleghi della blogosfera cinematografica. La gioia non è solo scatenata da questa notizia (se e quando festeggeremo Al Pacino sappiate che vi scriverò direttamente dall'alto della mia esaltazione mistica), ma dal fatto che per celebrare l'attrice ho scelto uno dei cento film più belli di sempre nonché mio undicesimo film preferito (per un punticino non riesce a entrare nella mia Top Ten): Eternal Sunshine of the Spotless Mind.



Joel Barish (Jim Carrey) è un uomo introverso, lasciatosi con la sua ragazza Naomi, che scrive i suoi pensieri su un quaderno, e che prova curiosità verso qualunque donna mostri un minimo cenno d'interesse nei suoi confronti. Un giorni incontra Clementine Kruczynski (Kate Winslet), una donna estroversa nel modo di vestire, con i capelli sempre di colori molto particolari e insoliti, non molto colta, che dice sempre quello che pensa, ma soprattutto capace "di farti uscire dall'ordinario". I due s'innamorano, vivono la loro storia, ma un giorno, dopo l'ennesimo litigio, Clementine lascia Joel e si rivolge alla clinica Lacuna Inc., diretta dal Dr. Howard Mierzwiak (Tom Wilkinson), specializzata nella cancellazione di ricordi specifici, e decide di farsi cancellare Joel dalla sua mente, eliminando tutti i ricordi legati a lui e alla loro storia d'amore. Quando Joel va da Clementine a chiederle scusa per il litigio lei non lo riconosce e lui se ne va incredulo dopo averla vista baciarsi con il suo nuovo ragazzo. Joel viene poi a conoscenza della Lacuna Inc. e decide anche lui di sottoporsi alla cancellazione, ma durante il trattamento si pente.



Eternal Sunshine of the Spotless Mind parte da un'idea semplicissima, compie un cammino complesso, poetico, con scelte registiche raffinate e intelligenti e attracca all'isola dei nostri occhi stesi sulla più beata tranquillità. Ci sono momenti teneri in cui si sorride nostalgici e momenti sorprendenti in cui s'invidia la fantasia dell'autore e gli attori che recitano perfettamente a loro agio. Jim Carrey è un attore straordinario e la sua interpretazione in questo film è una delle migliori della sua carriera. Ma è Kate Winslet che offre una performance splendida, piena di verità, senza se e senza ma. Quando penso a lei mi viene un'unica parola: professionista. Purtroppo ha un po' sporcato la sua carriera partecipando a Comic Movie e ahimè le hanno dato l'Oscar per il suo ruolo meno brillante nel film The Reader, quando le sue migliori interpretazioni sono state altre (in questo film e in Revolutionary Road). Ovviamente è una donna bellissima, non si è rifatta nemmeno un sopracciglio, porta avanti una campagna che promuove la bellezza naturale, criticando i ritocchini che hanno mostrizzato diverse star del mondo del cinema, e poi finalmente un'attrice che sa recitare come Strasberg comanda.



Mi rendo conto di stare scrivendo una delle mie peggiori recensioni, ma succede quasi sempre con i propri film preferiti. Mi diverto a massacrare quelli meritevoli di un'attenzione pari a zero e quando mi trovo di fronte a film che mi hanno fatto battere questo cuore pesante che batte più lento della corsa di un bradipo anestetizzato non so cosa scrivere e ciò che ne viene fuori non è per nulla paragonabile al pizzicorio creativo che ho sui polpastrelli. Ed Eternal Sunshine of the Spotless Mind non è nemmeno nella mia Top Ten, pensate a cosa non riuscirei a scrivere su Scarface o Il Padrino, i miei film preferiti in assoluto. 



Mi è difficile scriverne perché Joel assomiglia al sottoscritto, perché ogni scena è così maledettamente al suo posto che le mie parole non servono a renderlo più appetibile alla massa di gente che aspetta ancora di vederlo. Basterebbe dire che quest'opera cinematografica è stata scritta da Charlie Kauffman, un genio, che ha trovato sul suo peregrinare Michel Gondry che è un regista talentuoso, dalla verve visionaria, che è riuscito a mettere su cellulosa le sue idee. Io piango come un bambino lasciato da solo nella culla durante la scena in cui Joel e Clementine sono nella casa sulla spiaggia, lui che parla alla voce fuori campo di lei, che gli dice la verità su quella sera fortunata, mentre attorno a lui crollano le pareti, il tetto e le finestre dell'abitazione. Sorrido come un ebete imbambolato di fronte a un paio d'occhi ridenti quando Joel e Clementine giocano a soffocarsi l'un l'altra con un cuscino, o quando lui si finge sgozzato mettendosi un po' di ketchup sul collo - stessa cosa che mi sarei inventato io per alleggerire l'aria pesante di una sera non proprio brillante. Ricordo la bellezza del momento in cui sotto le coperte illuminate dalla luce del sole lei gli racconta un episodio della sua infanzia. Mi devo fermare qui, se no va a finire che ve lo racconto tutto e voi non lo vedete o rivedete, perché non bisogna fermarsi a una sola visione. Vi capiterà di perdervi durante il film, e se odiate ciò io vi consiglio di stare attenti al colore di capelli di Clementine: è la mappa concettuale del film.
Buon Kate Winslet Day a tutti. 



Ecco i blog che partecipano, oltre al mio, al Kate Winslet Day:

In Central Perk
Il Bollalmanacco di Cinema
Recensioni Ribelli
Director's Cult
White Russian
Movies Maniac
Bette Davis Eyes
Combinazione Casuale
Pensieri Cannibali
Montecristo
Ho voglia di cinema

Qui di seguito la scheda film (fonte Wikipedia):  

Titolo originale: Eternal Sunshine of the Spotless Mind
Paese di produzione: USA
Anno: 2004
Durata: 108 min
Generedrammatico, fantascienza
Regia: Michel Gondry
Soggetto: Charlie Kaufman, Michel Gondry, Pierre Bismuth
Sceneggiatura: Charlie Kaufman
Distribuzione (Italia): Eagle Pictures
Fotografia: Ellen Kuras
Montaggio: Valdís Óskarsdóttir
Effetti speciali: Drew Jiritano
Musiche: Jon Brion, James Warren (Everybody's Got to Learn Sometime), Charles-Auguste de Beriot (Concerto No.8 in D Major, Opus 99)
Scenografia: Ron von Blomberg

Interpreti e personaggi:
Jim Carrey: Joel Barish
Kate Winslet: Clementine Kruczynski
Tom Wilkinson: Dr. Howard Mierzwiak
Mark Ruffalo: Stan Fink
Elijah Wood: Patrick
Thomas Jay Ryan: Frank
Kirsten Dunst: Mary Svevo
Jane Adams: Carrie
David Cross: Rob

Doppiatori italiani:
Roberto Pedicini: Joel Barish
Chiara Colizzi: Clementine Kruczynski
Michele Gammino: Dr. Howard Mierzwiak
Riccardo Rossi: Stan Fink
Davide Perino: Patrick
Federica De Bortoli: Mary Svevo
Enrico Pallini: Rob

Denny B.




19 commenti:

  1. Film bellissimo, uno dei più importanti del Nuovo Millennio.
    Comunque sappi che il tuo sfogo anti Van Damme costerà a Pacino il mio voto! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ho nulla contro Van Damme, tranquillo. Capisco la tua rabbia sia per Stallone che per Van Damme, ma non farmela provare per Al, ché diventerei qualcosa a metà tra Hulk e Joker XD

      Elimina
  2. Nella mia top10 ci entra eccome, Anzi, dovrebbe essere a quinto posto! E non preoccuparti, pure io ai tempi feci una recensione orrida XD

    Buon Kate Winslet Day ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero non sia stata così tremenda da leggere.

      Elimina
  3. Estremamente cervellotico, estremamente romantico, decisamente il mio genere! Buon KWD!

    RispondiElimina
  4. Bellissimo! Forse questo è il film su cui siamo tutti d'accordo!

    RispondiElimina
  5. Ottima anche la recensione. Sei riuscito a non essere ripetitivo dif ronte a cotanta pellicola sproloquiata dalla chiunque.
    E in più: complimentoni per aver vinto la lotteria dei film dellla Keit Weit-a-lot! Hai prerso se non l'unico decente, certamente di gran lunga il migliore!

    RispondiElimina
  6. Capolavoro... e lei è grandiosa. Buon KWD

    RispondiElimina
  7. Penso che ormai lo sappia anche un eschimese che questo è il mio film preferito!
    Una Kate spettacolare per un capolavoro da vedere, vedere e vedere ancora!

    Buon KWD!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Avevo letto la tua tesi su Charlie ;)

      Elimina
  8. hai una top 100 di film preferiti?
    ma che sei, IMDb? :)

    quasi quasi la faccio anch'io...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho la Top 10 e anche la Top 100 :)
      Quasi quasi un giorno la pubblico.

      Elimina
  9. Capolavoro. Si può dire che è un capolavoro? E io lo dico lo stesso, CAPOLAVORO!!!!
    Buon KWDay!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo che si può dire, anzi lo si può urlare ;)

      Elimina
  10. Bellissimo film, forse il lavoro migliore di Gondry. Buon KWD!

    RispondiElimina
  11. Questo è il mio film preferito invece. L'ho visto circa un milione di volte e piango ogni santissima volta. Amo Clementine, ma amo di più Joel perché anche io assomiglio un po' a lui e sogno un amore come il loro.

    RispondiElimina