venerdì 6 febbraio 2015

Take Shelter (2011)

Take Shelter

★★★★

La vita di Curtis LaForche (Michael Shannon) è tranquilla: vive in una piccola cittadina dell'Ohio assieme alla moglie Samantha (Jessica Chastain) e alla figlia Hannah (Tova Stewart), sorda dalla nascita, fa l'operaio mentre lei fa la sarta part-time e nonostante i soldi non bastino mai per l'assistenza sanitaria della figlia sono una famiglia felice. Ma un giorno Curtis comincia ad avere dapprima delle visioni di violente tempeste e in seguito terribili incubi che lo privano del sonno. Con l'aumentare delle visioni l'uomo si comporta in maniera paranoide arrivando a costruire un rifugio antitornado in giardino per proteggere la famiglia in caso di una tempesta che, secondo lui, non tarderà ad arrivare. 


Che il regista Jeff Nichols si sia ispirato al capolavoro dei fratelli Coen A Serious Man diventa chiaro quando assistiamo allo straordinario finale di Take Shelter che è solo l'ultimo tassello di un capolavoro composto da immagini evocative che ci fanno ricordare quanto siamo in balia delle forze della natura e della stupidità degli esseri umani il cui tratto distintivo non è la bontà e la gentilezza, ma l'irreprensibile bisogno di giudicare e di chiudere gli occhi e abbassare il capo là dove un uomo urla che presto ci sarà una tempesta e che loro non saranno preparati per l'ondata di desolazione che lascerà dietro di sé.


Take Shelter è una pellicola potente. Un thriller apocalittico che non gioca con effetti speciali fracassoni, ma che trova la sua forza nella direzione di attori splendidi quali Michael Shannon (My Son, My Son, What Have Ye Done, Revolutionary Road e la più recente serie tv Boardwalk Empire) e Jessica Chastain (nel 2011 recitò anche nel magnifico The Tree of Life) che formano una coppia cinematografica convincente e dolcissima. Nonostante la loro figlia Hannah sia sorda lui si toglie ancora gli stivali quando rientra tardi dal lavoro e lei continua a sussurrare in prossimità della sua stanza da letto, dove abbracciati la guardano dormire, azione che si dimostra complicata per Curtis da alcuni giorni. Ha degli incubi terribili che gli procurano un risveglio urlante. Mentre il suo collega nonché amico sostituisce la trivella inceppatasi durante la perforazione si palesa davanti a uno stupefatto Curtis uno stormo di uccelli che volteggia come mosso dal soffio di Zefiro (scena ripresa in True Detective). Immagina tuoni quando il cielo è sereno e limpido. E assiste a uno spettacolo di fulmini danzanti che vede soltanto lui. Che Curtis soffra di una schizofrenia incipiente proprio come sua madre ricoverata in una casa di riposo ormai da anni?


Quello che è sicuro è che ben presto la paranoia conquista il quieto Curtis dalla "vita tranquilla". Da via il cane perché ha sognato che lo azzannava. Chiede al suo capo di assegnare il suo amico a un altro reparto perché la notte prima in un dei suoi incubi lo vedeva brandire un piccone contro di lui. E continua a occuparsi del suo rifugio antitornado arrivando a chiedere un prestito alla banca. Sua moglie Samantha seppur sia preoccupata gli resta accanto facendogli sentire la propria vicinanza, che non lo abbandona mai, neanche quando, durante una cena di beneficenza, sbotta farneticando auspici apocalittici. 


Ogni volta che assisto a un'interpretazione di Michael Shannon sogno di vederlo recitare dal vivo sul palco di un teatro. Deve essere un'esperienza bellissima e allo stesso tempo traumatica. Immagino quanta forza artistica riuscirebbe a far scaturire messo a fianco a un mostro di bravura come Willem Dafoe. Jessica Chastain invece è una moglie e una madre forte e determinata. Che dispensa carezze e schiaffi mai a caso. In questo è tra le migliori mogli che abbia visto. Ma so che cosa vi stuzzica sapere: se ciò che Curtis vede e/o immagina di vedere e sentire siano veramente solo il parto di una psiche in balia della schizofrenia o meno. E dovrei dirlo rovinandovi il piacere di una pellicola intima, evocativa e egregiamente diretta quale è Take Shelter? Che la tempesta mi colga impreparato piuttosto.

Qui di seguito la scheda film (fonte Wikipedia):

Titolo originale: Take Shelter
Paese di produzione: USA
Anno: 2011
Durata: 121 min
Generedrammatico, thriller
Regia: Jeff Nichols
Sceneggiatura: Jeff Nichols
Produttore: Tyler Davidson, Sophia Lin
Produttore esecutivo: Sarah Green, Brian Kavanaugh-Jones, Colin Strause, Greg Strause, Richard Rothfeld, Chris Perot, Christos Konstantakopoulos
Casa di produzione: Grove Hill Productions
Strange Matter Films
Distribuzione (Italia) : Movies Inspired
Fotografia: Adam Stone
Montaggio: Parke Gregg
Musiche: David Wingo
Scenografia: Chad Keith
Costumi: Karen Malecki
Trucco: Julia Lallas

Interpreti e personaggi:
Michael Shannon: Curtis LaForche
Jessica Chastain: Samantha LaForche
Tova Stewart: Hannah LaForche
Shea Whigham: Dewart
Kathy Baker: Sarah
Katy Mixon: Nat
Ray McKinnon: Kyle
Lisa Gay Hamilton: Kendra
Robert Longstreet: Jim

Doppiatori italiani:
Fabrizio Pucci: Curtis LaForche
Emanuela D'Amico: Samantha LaForche

Roberto Certomà: Dewart

Denny B.

















4 commenti:

  1. Ammetto che non ne ero assolutamente a conoscenza, ma dalla trama e da come ne parli sembra davvero bello. Rimedierò!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Rimedia perché merita assolutamente.

      Elimina
  2. Film pazzesco, con un Michael Shannon insuperabile.
    Ed uno dei finali più potenti degli ultimi anni.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Michael Shannon è un mostro di bravura.
      E il finale è potente tanto quanto quello di "A Serious Man" (altro film stupendo).

      Elimina