martedì 23 aprile 2013

Il Batman di Tim Burton

Batman 

★★★★

"Dimmi una cosa, amico mio. Hai mai danzato 
col Diavolo nel pallido plenilunio?"
 (Joker)

Tim Burton ha tutta la mia stima, pur non avendo una passione smodata per lui, ripeto ha tutta la mia stima, perché ha un suo stile personale e non lo tradisce mai ed è riuscito a fare un Batman - il primo film in assoluto - fedele al fumetto, bello chiamando a sé attori degni di questo nome.

"Sono Bruc... batman. Fermi tutti o sparo. Merda mi è scappato...
ora faranno due più due. Speriamo siano scarsi in matematica."
Batman (Michael Keaton) fa le sue apparizioni nei quartieri più malfamati di Gotham City, la sua è una figura ancora sconosciuta, chi ha la (s)fortuna di incontrarlo lo descrive come un uomo pipistrello oscuro e misterioso, che terrorizza i criminali e li consegna alla polizia. Sul suo conto indagano il giornalista Alexander Knox e la fotocronista Vicki Vale (Kim Basinger) che intraprenderà una relazione con Bruce Wayne noto miliardario e filantropo della città. Una sera Batman fa la sua comparsa in un in una delle società di copertura del boss Grissom, dove sta agendo Jack Napier (Jack Nicholson), suo fido braccio destro, intento a far sparire alcuni documenti, ma purtroppo non sa che è tutta una trappola, infatti poco dopo arriva la polizia e Jack dopo uno scontro con Batman cade in un vascone pieno di acido chimico verde e incredibilmente ne uscirà fuori sfigurato pronto a vendicarsi di tutti sotto il nuovo nome di Joker. Toccherà a Batman salvare la città dalla follia omicida di questo pazzo criminale.

Collezione Folle-primavera-estate.  Per vestirvi così
dovete proprio essere folli.
Quello che salta più all'occhio in questo film è naturalmente l'interpretazione di Jack Nicholson (dal valore assurdo di 60 milioni di dollari!) nella parte del Joker, uno dei personaggi di fantasia più interessanti e complessi che ho sempre amato alla follia fin da piccolo, da quando guardai il film e seguii l'omonima serie animata - ho sempre tifato per i cattivi, io i buoni, i supereroi e i pollitically correct mi son sempre stati sulle balle. Esempi concreti: la puntata in cui morì Lady Oscar io festeggiai con latte e biscotti. Speravo sempre che Heidi cadesse giù da un burrone. Nel Gobbo di Notre-Dame mi faceva pena Frollo e, pur essendo attratto anch'io da Esmeralda, la identificavo come la causa della sua violenza. Superman con quella tutina era semplicemente ridicolo, pur avendo in mente - adesso - il bellissimo discorso di Bill in Kill Bill. Peter Parker-Spiderman mi piaciucchiava, ma poverino - in senso ironico - aveva solo l'imbarazzo della scelta in quanto a gnocca, come Bruce Wayne-Batman d'altronde. Ops ho fatto uno spoiler involontario. Ebbene sì: Bruce Wayne è Batman. Ah, lo sapevate già? Va beh, per chi non lo sapesse...

"MA NO!! Ora sanno che sono Batman, merda. Dovrò
cambiare costume. Magari chiedo in prestito l'armatura del
pezzo di latta lì, com'è che si chiama già?"
Comunque se Keaton e la Basinger sono nel complesso bravi, non hanno compiuto nessuna sbavatura, Jack è semplicemente fenomenale, nella parte del pazzo non lo batte nessuno, perché lui stesso è pazzo, non ha solo UNA rotella fuori posto, ma è l'intero sistema che non va, che non è a posto, ma va bene così, perché ci sa regalare interpretazioni memorabili. Intanto nei vari forum continua a circolare la fatidica domanda "E' meglio il Joker di Nicholson o quello di Ledger?"
Io dico che il Joker di Nicholson è più fumettistico, più scherzoso, più simpatico perché è inserito nel film più fedele al fumetto, ma in quanto a follia ha poco da invidiare a quello di Ledger. Quello di quest'ultimo è un folle omicida metropolitano, meno fumetto più realtà, che fa accapponare la pelle ogni volta che compare sullo schermo. L'interpretazione di Ledger è da antologia (premiata con l'Oscar postumo) così come il doppiaggio di Adriano Giannini, figlio del noto Giancarlo che doppiò in modo esemplare Nicholson nella parte del Joker.


"Lasciami dire cosa sto pensando dolce... Ero nel mio bagno un giorno, quando mi resi conto che io ero destinato alla grandezza... Sai come la gente si preoccupa delle apparenze? "Questo è bello, quello no..." Cosa completamente superata per me. Ora io faccio quello che per gli altri è solo un sogno: io faccio arte, finché qualcuno muore. Capito? Ehehahahah! Io sono il primo artista dell'omicidio a ciclo completo, Cara!" (Joker)

Qui di seguito la scheda film (fonte Wikipedia):

Titolo originale: Batman
Lingua originale: inglese
Paese di produzione: USA, Regno Unito
Anno: 1989
Durata: 121 min
Genere: azione, fantastico, supereroi
Regia: Tim Burton
Soggetto: Sam Hamm, basato sul personaggio dei fumetti creato da Bob Kane
Sceneggiatura: Sam Hamm, Warren Skaaren
Produttore: Jon Peters, Peter Guber
Produttore esecutivo: Benjamin Melniker, Michael E. Uslan
Casa di produzione: Warner Bros.
Distribuzione (Italia): Warner Bros. Italia, Warner Home Video, Laserdisc: Warner Home Video
Fotografia: Roger Pratt
Montaggio: Ray Lovejoy
Musiche: Danny Elfman, Prince (canzoni)
Scenografia: Anton Furst
Costumi: Bob Ringwood, Tony Dunsterville

Interpreti e personaggi:
Michael Keaton: Bruce Wayne/Batman
Jack Nicholson: Jack Napier/Joker
Kim Basinger: Vicki Vale
Robert Wuhl: Alexander Knox
Pat Hingle: James Gordon
Billy Dee Williams: Harvey Dent
Michael Gough: Alfred Pennyworth
Jack Palance: Carl Grissom
Jerry Hall: Alicia Hunt
Tracey Walter: Bob Hawkins
Lee Wallace: Joe Borg
William Hootkins: Max Eckhardt
George Lane Cooper: Lawrence
Edwin Craig: Antoine Rotelli
John Dair: Vinnie Ricorso
Christopher Fairbank: Nick
George Roth: Eddie
Bruce McGuire: Peter McElroy
Kit Hollerbach: Becky Narita
Lachele Carl: Rene
Steve Plytas: Dr. Davis
Anthony Wellington: Robert
Hugo E. Blick: Jack Napier (giovane)
Charles Roskilly: Bruce Wayne (bambino)
Garrick Hagon: Harold
Adrian Meyers: Jimmy
David Baxt: Thomas Wayne
Sharon Holm: Martha Wayne
Sam Douglas: D.A. Alday
Denis Lill: Bob
Paul Michael: Dwight
Rachel Ryan: Amanda Keeler
Priscilla Cory: Candy Walker

Doppiatori italiani:
Luca Biagini: Bruce Wayne / Batman
Giancarlo Giannini: Jack Napier / Joker
Paila Pavese: Vicki Vale
Stefano De Sando: Alexander Knox
Luigi Pistilli: Alfred Pennyworth
Silvio Spaccesi: Commissario James Gordon
Gianni Musy: Carl Grissom
Paolo Buglioni: Harvey Dent
Sandro Pellegrini: Sindaco Borg
Ennio Coltorti: Ten. Max Eckhardt
Lisa Genovese: Alicia Hunt
Fabrizio Pucci: Peter McElroy
Loris Loddi: Eddie, il rapinatore
Pasquale Anselmo: Nic, il rapinatore
Carlo Valli: Harold
Alessandro Tiberi: Jimmy
Luigi Ferraro: medico
Giancarlo Giannini: Jack Napier da giovane
Max Turilli: chirurgo plastico
Anna Cesareni: Rene
Carlo Valli: sommelier
Pasquale Anselmo: scagnozzo di Napier

Denny B.







3 commenti:

  1. per certi versi è Nolan quello più fedele al fumetto, Burton ha ripreso i personaggi aggiungendoci i freaks che tanto ama.
    Comunque film bellissimo, io ci sono cresciuto ^^ e per quanto concerne i due Joker... sono due cose assolutamente diverse e ognuno è eccelso in quello che fa. Amen.

    RispondiElimina
  2. Hai toccato un mio punto dolente, il mio amore cinematografico assoluto. Burton...
    Si, non sarebbe nemmeno intelligente comparare i due Batman, questo e quello di Nolan, altro regista che ammiro tantissimo. Burton compie qui qualcosa di fenomenale, la sua rivisitazione del Batman è straordinaria. Complimenti per il post. Uno dei miei preferiti tra quelli che ho avuto la fortuna e il piacere di leggere finora. ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. O ma grazie, sono contento che ti sia piaciuto :)

      Elimina