lunedì 22 aprile 2013

JACK NICHOLSON DAY: L'ONORE DEI PRIZZI

L'onore dei Prizzi


Fonte foto: il-cinefilo.blogspot.com
Oggi 22 aprile 2013 è il JACK NICHOLSON DAY e noi blogger vogliamo omaggiare il grande attore americano  che proprio oggi compie 76 anni. I miei colleghi - a cui voglio un mondo di bene, sia chiaro -, si sono accaparrati i film migliori con un sistema molto usato chiamato "Chi arriva prima meglio alloggia", ma non ce l'ho con loro, ripeto: voglio bene a tutti. Ma lasciando stare i sentimentalismi il film che ho scelto è L'onore dei Prizzi, ne avevo sentito parlare molto bene, era anche un'occasione per vedere un film mai visto e poco conosciuto, ma, ahimè, sono incappato in un film brutto, triste e senza carisma. E mi piange il cuore dover omaggiare il grande Jack con questo film perché la sua interpretazione è assolutamente trascurabile come tutte quelle dell'intero cast.


"Sparami Jack, ti prego. Io sto film proprio non lo reggo."
"A chi lo dici, pure io non lo reggo. Ora sparo a te e poi
anche allo spettatore così gli risparmio questo inutile supplizio." 
Brooklyn, New York, 1985. Charley Partanna (Jack Nicholson) è un caporegime e uomo fidato del boss mafioso Don Corrado Prizzi (William Hickey) in cui al matrimonio di Teresa Prizzi, nipote del Don, s'imbatte nella bella e bionda Irene Walker (Kathleen Turner), una presunta consulente finanziaria, ma che in realtà è rimasta coinvolta con suo marito in una truffa ai danni della famiglia Prizzi al casinò di Las Vegas, dove un uomo di fiducia di Dominic Prizzi (Lee Richardson), figlio di Don Corrado, rimane ucciso. Charley s'innamora di lei, contraccambiato, e dopo aver ucciso suo marito, per ordine di Dominic, colpevole di aver architettato la truffa a Las Vegas, si sposano, seppur gravi problemi interferiscano con la loro relazione e poi bla bla bla bla bla tutto così, intrighi su intrighi per due ore e dieci minuti. Dove parto ad analizzare questo disastro? Dal meno peggio: il regista Premio Oscar John Houston. La sua regia non è male messa confronto con tutto il resto, non ci sono grandi finezze artistiche, ma tutto sommato va bene. Passiamo alla fotografia un po' sfumata, per nulla godibile, sembra di vedere una puntata di Perry Mason. 


"Perché ho fatto questo film? Per soldi e per farmi Morticia. Sì,
sono un necrofilo, non lo dire a nessuno però."
L'onore dei Prizzi è un film surreale, voleva raccontare in modo grottesco una storia di mafia tentando di prenderla in giro, ma non ci è riuscito, e il risultato, lo ripeto, scusate, è scadente, perché gli attori sono svogliati, senza carisma, e interpretano personaggi che sono delle macchiette anemiche, parodie di se stessi. Il caro Jack è svogliato, vuoto e so che in fondo anche lui sapeva di interpretare un personaggio orribile e per nulla caratterizzato. Angelica "Morticia" Houston per la sua interpretazione è stata premiata con l'Oscar ed è uno scandalo insindacabile: recita per due scene in croce e quando è di scena non è nulla di straordinario, anzi, è inguardabile. Vogliamo parlare della sceneggiatura? Ma anche no, anche perché non saprei che dire oltre "C'era una sceneggiatura? non me ne sono accorto".
L'onore dei Prizzi non è un film che ti prende per i capelli, ti prende al massimo per il culo, e anche lì lo fa senza carisma.
Intanto: tanti auguri Jack.


Qui di seguito la scheda film (fonte Wikipedia):

Titolo originale: Prizzi's Honor
Paese di produzione: USA
Anno: 1985
Durata: 130 min
Generedrammatico, commedia
Regia: John Huston
Soggetto: Richard Condon
Sceneggiatura: Richard Condon e Janet Roach
Produttore: John Foreman
Fotografia: Andrzej Bartkowiak
Montaggio: Kaja Fehr e Rudi Fehr
Musiche: Alex North
Scenografia: Dennis Washington e Bruce Weintraub

Interpreti e personaggi:
Jack Nicholson: Charley Partanna
Kathleen Turner: Irene Walker
Robert Loggia: Eduardo Prizzi
Anjelica Huston: Maerose Prizzi
John Randolph: Angelo 'Pop' Partanna
William Hickey: Don Corrado Prizzi
Lee Richardson: Dominic Prizzi
Michael Lombard: Filargi 'Finlay'

Doppiatori italiani:
Pino Colizzi: Charley Partanna
Rossella Izzo: Irene Walker
Giuseppe Rinaldi: Eduardo Prizzi
Ludovica Modugno: Maerose Prizzi
Sergio Rossi: Corrado Prizzi
Arturo Dominici: Angelo Partanna
Sergio Fiorentini: Dominic Prizzi 

Denny B.













6 commenti:

  1. Mi manca anche questo...Buon JND

    RispondiElimina
  2. Non ti perdi niente, tranquillo.

    RispondiElimina
  3. Ahahahah, manderò una lettera ai colleghi per contestare questa infamia. XD Scherzi a parte, ma ci credi se ti dico che devo vedere questo film? E ora sono ancora più smaniosa. Noi gli perdoniamo tutto a JAck, direi che qualche passo falso se lo può pure permettere no? Auguri JAck e buon JND a tutti ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Brava, manda sta lettera :)
      Non ti perdi niente, davvero. Se hai finito i sonniferi però è un ottimo sostituto. Però glielo perdono.

      Elimina
  4. la locandina è troppo anni Ottanta!!!

    RispondiElimina