venerdì 18 luglio 2014

Halloween - La notte delle streghe

Halloween - La notte delle streghe

★★★★

1963. Haddonfield, Illinois. Durante la notte di Halloween Michael Myers uccide la sorella diciassettenne Judith con un coltello da cucina. Il 30 ottobre 1978, mentre sta per essere trasferito dal Manicomio di Smith's Grove, Myers fugge a bordo di un'auto. Il dottor Sam Loomis (Donald Pleasence), lo psichiatra che lo ha in cura, intuisce immediatamente che la destinazione del fuggiasco è la sua città natale: Haddonfield.
Raggiunta la città Myers incomincia a seguire la giovane Laurie Strode (Jamie Lee Curtis) mentre con le amiche Annie (Nancy Loomis) e Lynda (P. J. Soles) tornano a casa da scuola. Quella sera, la notte di Halloween, Laurie e Annie fanno da babysitter a due bambini ignare del pericolo armato di coltello che si cela in ogni angolo del quartiere.



Me lo ricorderò per tutta la vita. Non scherzo. Ho segnato sul calendario la data in cui ho visto volutamente per la prima volta nella mia vita questo capolavoro del genere horror-thriller. Fino a quel momento gli unici film del genere passati sotto i miei occhi, tutti visti rigorosamente in compagnia e ai tempi delle medie, sono stati The Ring, Le colline hanno gli occhi, Fragile e 1408 che, neanche a dirlo, hanno compromesso il mio sonno di pietra. Dopo Halloween di John Carpenter ho finalmente compreso una cosa: l'emozione che provavo vedendo i titoli sopra citati non era la paura, ma il ribrezzo, lo schifo, il sempre caro "Bleah!". Con questa pellicola io ho provato la paura e vi dirò di più: nell'averla ho persino trovato il tempo di divertirmi. 



Halloween - La notte delle streghe è uno straordinario thriller spietato e inarrestabile. Solo un altro film è costruito con questa tecnica precisa dell'ansia perenne data dai movimenti di macchina, dal montaggio, dalla colonna sonora (indimenticabile nonché ispiratasi al tema principale di Profondo Rosso) e dallo shock improvviso provocato ogni volta che Myers fa capolino da una siepe o si nota il suo volto mascherato di bianco riflesso sul vetro di una porta: Psycho di Alfred Hitchcock. E' bastato il piano sequenza in soggettiva iniziale a suggerirmi che Carpenter non mi avrebbe scioccato, spaventato e sorpreso con un semplice "Bubusettete". 



Il regista conosce il meccanismo della paura e lo sfrutta alla perfezione dosando sempre le inquadrature; perfino i numerosi omicidi commessi da Myers sono posati, se si può usare un termine simile. Neanche una goccia di sangue sporca il pavimento. Il coltello è solo uno strumento, un prolungamento del braccio di Myers che strangola le vittime come un bambino farebbe con un fiore assolutamente perfetto attorniato da erbacce. Non sono d'accordo con chi crede che Michael Myers non abbia alcuna parvenza psicologica, che uccida e basta per il semplice gusto di farlo. Trafuga la lapide di sua sorella, la pone alla testa del letto di Annie, e si presenta a Lynda, prima di strangolarla, con un lenzuolo in testa, ricordando il modus operandi della tragica notte del 1963. Michael Myers è l'Ombra della strega. E cosa accade se gli si spara? Diventa l'incarnazione del Male. E il dottor Loomis lo sa molto bene quando si affaccia dalla finestra e non vede più il corpo di Michael disteso sull'erba. La fine di Halloween - La notte delle streghe non è che l'inizio.   

Qui di seguito la scheda film (fonte Wikipedia):

Titolo originale: Halloween
Lingua originale: inglese
Paese di produzione: Stati Uniti d'America
Anno: 1978
Durata: 91 min
Genereorrore, thriller
Regia: John Carpenter
Soggetto: John Carpenter, Debra Hill
Sceneggiatura: John Carpenter, Debra Hill
Produttore: Debra Hill, John Carpenter (non accreditato)
Produttore esecutivo: Moustapha Akkad e Irwin Yablans
Casa di produzione: Compass International Pictures e Falcon International Productions
Distribuzione (Italia): Pic
Fotografia: Dean Cundey
Effetti speciali: Conrad Rothmann
Musiche: John Carpenter
Scenografia: Craig Stearns
Costumi: Beth Rodgers
Trucco: Erica Ueland

Interpreti e personaggi:
Donald Pleasence: Dott. Sam Loomis
Jamie Lee Curtis: Laurie Strode
Nancy Loomis: Annie Brackett
P.J. Soles: Lynda Van Der Klok
Nick Castle: Michael Myers
Charles Cyphers: Sceriffo Leigh Brackett
Kyle Richards: Lindsey Wallace
Brian Andrews: Tommy Doyle
John Michael Graham: Bob Simms, il fidanzato di Lynda
Nancy Stephens: Marion Chambers
Arthur Malet: Custode del cimitero
Mickey Yablans: Richie
Brent Le Page: Lonnie Elamb
Adam Hollander: Keith
Robert Phalen: Dott. Terence Wynn
Tony Moran: Michael Myers (senza maschera)
Will Sandin: Michael Myers (6 anni)
Sandy Johnson: Judith Myers
David Kyle: Fidanzato di Judith
Peter Griffith: Morgan Strode, il padre di Laurie
Jim Windburn: Stunt
Barry Bernardi: Meccanico ucciso (non accreditato)
George O'Hanlon Jr.: Peter Myers (non accreditato)
Darla Rae: Studentessa (non accreditata)
Gwen Van Dam: Infermiera del manicomio (non accreditata)

Doppiatori originali:
John Carpenter: Paul, il fidanzato di Annie
Doppiatori italiani
Gianni Bonagura: Dott. Sam Loomis
Daniela Igliozzi: Laurie Strode
Emanuela Rossi: Annie Brackett
Isabella Pasanisi: Lynda Van Der Klok
Vittorio Di Prima: Sceriffo Leigh Brackett

Angiolina Quinterno: Marion Whittington

Denny B.

7 commenti:

  1. Ho tanto rimandato la visione di questo capolavoro che, quando finalmente l'ho visto, mi sono vergognata.
    Il film di Halloween definitivo!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tra poco recupererò i film di Rob Zombie incentrati sulla figura di Myers. E ovviamente li recensirò ;)

      Elimina
  2. Film strepitoso.
    Tecnicamente e come suspance.

    RispondiElimina
  3. Difficile commentare un capolavoro :)

    RispondiElimina
  4. Bel film, anche se a mio parere invecchiato malissimo a causa di una serie di cloni che gli sono seguiti. Ma Carpenter è sempre stato uno che ci sapeva fare, tanto da farti dimenticare tutti gli errori presenti nella prima storica sequenza XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Invecchiato? io non trovo. Nella prima sequenza non ho notato errori (a meno che tu non voglia dire i tre tagli di montaggio presenti, ma quelli non sono errori).

      Elimina